COLORIAMO LA SCUOLA DI BLU

Questo il nostro slogan in occasione del 2 aprile, giornata in cui si celebra in tutto il mondo la
Giornata di consapevolezza sull’Autismo.
Da quest’anno abbiamo arricchito la nostra offerta presentando Blue, la nuova mascotte, opera di Marco Zanghi, conosciuto anche come Prosa Bang.
Blue è rappresentato con la tessera di un puzzle, simbolo internazionale dell’autismo.
La tessera simboleggia un’intelligenza “diversa”, che per avere un senso ha bisogno di tutti gli altri pezzi del puzzle, perché il mosaico possa essere completo.
Ognuno di noi è unico e meraviglioso, ma insieme siamo un capolavoro!
È proprio quello che sta succedendo in questi giorni alla Galilei.
Tutti diversi, ma uniti…lontani, ma vicini per formare un unico mosaico irripetibile!!!
I segni sono importanti perché aiutano a rendere visibile un tema che per molti è esperienza concreta e quotidiana ma per qualcuno rimane ancora “un tema” più o meno distante, più o meno conosciuto. Colorare la nostra scuola di blu e farlo con l’entusiasmo e l’allegria che ha contraddistinto queste giornate ha significato richiamare il mondo esterno alla scuola ad una attenzione che, all’interno, è esperienza quotidiana.
Nelle nostre classi, però, il segno si trasformerà in conoscenza, in riflessione e in dialogo.
Partiremo dai segni per arrivare alle persone che sono poi quelle che davvero ci interessano.”
Nel farlo, chi come noi ha avuto il privilegio di incontrarlo, non potrà non sentire risuonare le parole del Prof. Moderato (direttore dei Servizi Innovativi per l’autismo di Fondazione Sacra Famiglia) che ci ha lasciato in questo anno e che ha rappresentato un riferimento
difficilmente sostituibile nella cura delle persone con autismo.
Un pensiero speciale, in particolare in questa occasione, va a lui che ha contribuito a rendere il mondo un posto un po’ meno difficile per moltissimi bambini e adulti con autismo e che ha aiutato tutti noi ad aprire, almeno un po’, i cancelli che spesso limitano il nostro guardare e il nostro vivere il mondo.

Filmato

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *